Raccolte

Nostalgia dei maestri

Stampa
PDF

Nostalgia dei Maestri

Nostalgia dei maestriEvocare i maestri in medicina può suscitare diverse associazioni. Non tutte positive, né piacevoli. C’è stata un’epoca in cui il titolo di maestro equivaleva a un’eccellenza nel sapere. Fascino personale e vasta cultura, anche in ambito umanistico, accompagnavano un’autorevolezza che i discepoli non osavano mettere in discussione. Dietro il maestro si formavano le scuole, alle quali i medici solevano richiamarsi con orgoglio. Un universo anni luce lontano dal nostro clima culturale, dove il paradigma normale è quello dell’evidence based medicine. Oggi, la scienza non si costituisce più sulla parola dei maestri. La nostra vita morale, invece, continua ad averne bisogno. La funzione di maestro fa riferimento al ruolo che assumono certe persone nello sviluppo della coscienza e più in generale, nella crescita morale a cui ognuno di noi è chiamato. Coloro che esercitano l’arte della cura non meno degli altri.

112 pagine, 10 euro

Medicina e letteratura

Stampa
PDF

Medicina e letteratura

Medicina e letteraturaQuando cultura era sinonimo di conoscenze letterarie, il medico si collocava fra le persone colte. Cechov, Schnitzler e Céline, per fare qualche esempio illustre, erano medici di professione e scrittori per vocazione. Oggi, nell’epoca della tecnologia, l’incontro fra medicina e letteratura è più arduo, ma anche più fecondo: non è solo un patrimonio culturale, ma la dimensione umanistica irrinunciabile per chi si occupa della salute.
In questa ottica si pone il volume Medicina e letteratura, della collana “Le raccolte di Janus”. I vari contributi analizzano e approfondiscono i temi della malattia, della medicina e della morte come sono affrontati da scrittori e poeti di ieri e di oggi: da mostri sacri come Shakespeare e Thomas Mann fino a Pinocchio e alla fantascienza, passando per i grandi romanzieri italiani (come Svevo, Buzzati e Tomasi di Lampedusa) e stranieri (da Tolstoj a García Márquez), ma anche la poesia inglese, il Vecchio Testamento e la letteratura degli immigrati.
L’incontro fra medicina e letteratura è uno dei temi centrali delle medical humaminites, ma non si tratta semplicemente di abbellire la pratica della sanità, bensì di ricondurla alla sua finalità originaria: essere una medicina per l’uomo.

Ed. Zadig Editore, 2009. 256 pagine, 16 euro

Chi decide in medicina?

Chi decide in medicina?

Chi decide in medicina?

Questo libretto è dedicato ai medici che hanno poco tempo. Quelli che, pur essendo molto occupati, ritengono che valga la pena riflettere sul cambiamento in corso nei rapporti tra professionisti sanitari e pazienti e sul modo migliore di farvi fronte. Nasce da un prolungato lavoro di formazione condotto con medici e infermieri.

Ed.Zadig-Roma, 2002.
208 pagine, 15 euro

Leggi tutto...

 

L'ultimo libro a cura delProf. Sandro Spinsanti

Medicina e letteratura

Medicina e letteraturaQuando cultura era sinonimo di conoscenze letterarie, il medico si collocava fra le persone colte. Cechov, Schnitzler e Céline, per fare qualche esempio illustre, erano medici di professione e scrittori per vocazione. Oggi, nell’epoca della tecnologia, l’incontro fra medicina e letteratura è più arduo, ma anche più fecondo: non è solo un patrimonio culturale, ma la dimensione umanistica irrinunciabile per chi si occupa della salute.

Ed. Zadig Editore, 2009.
256 pagine, 16 euro

Leggi tutto...

 

Per ordinare

Per ordinare

Per ordinare i quaderni o le riviste, potete:

  • telefonare allo 06.8175644 e rivolgersi ad Angelo Todone (cell. 3939122552)
  • inviare una e-mail a janus@zadigroma.it
  • inviare un fax allo 06.8176140

e scegliere una delle seguenti forme di pagamento:

  • versamento su C/C postale n. 38909024 intestato a Zadig srl
  • versamento su C/C bancario intestato a Zadig srl
    Banco Posta C/C 38909024  CIN X  ABI 07601  CAB 03200, IBAN IT61X0760103200000038909024
  • assegno non trasferibile intestato a Zadig srl